skip to Main Content
Le Più Belle Gite Fuori Sydney, Anche Senza Auto

Alla scoperta dei dintorni di  Sydney

Dopo aver scoperto tutti i più bei quartieri di Sydney, è il momento di andare ad esplorare la natura mozzafiato nei dintorni della città.

Ecco qualche idea di gita in giornata da Sydney, in luoghi non troppo lontani, raggiungibili anche con i mezzi pubblici.

PALM BEACH

Fa parte delle Northern Beaches: le spiagge a nord di Sydney meno frequentate, perché lontane dalla città, ma più selvagge. La si può raggiungere in circa un’ora e mezza con l’autobus L90, che parte dalla stazione di Wynyard.

È una spiaggia davvero bellissima, molto ampia, lunga ben due chilometri e si trova su una lingua di terra circondata a destra dall’oceano e a sinistra dal golfo di Pittwater. È frequentata da molti surfisti perché vanta delle ottime onde.

Dalla spiaggia ci si può avventurare in una passeggiata immersa nei cespugli e palmeti raggiungendo il Barrenjoey Lighthouse, dal quale si ha una fantastica vista della penisola. In inverno, dall’alto del promontorio è anche possibile avvistare le balene che passano vicino alla costa.

CRONULLA

Si trova invece all’estremo sud di Sydney, ad un’ora e mezza di treno dalla Central station.

È un piccolo sobborgo in cui la vita va avanti al ritmo di Hakuna Matata, senza pensieri appunto.

Spiaggia lunghissima di sabbia dorata, perfetta per surf e kitesurf, dove vengono organizzate spesso competizioni, concerti ed eventi di tutti i tipi: come il famoso Spring Festival che si tiene ogni anno da agosto a settembre.

ROYAL NATIONAL PARK

Una volta vista Cronulla puoi salire su un traghetto e dirigerti verso Bundeena, punto di partenza per esplorare il Royal National Park, il secondo parco nazionale più antico al mondo.

Il parco è davvero enorme e per attraversarlo tutto ci vogliono almeno due giorni, infatti consiglio di fare più gite in giornata per vederlo tutto, perché ne vale davvero la pena; oppure, ancora meglio, fermarsi a campeggiare all’interno del parco. C’è un’ampia scelta di passeggiate da fare con varie attrazioni da vedere come la Wedding Cake, una roccia che sembra un enorme fetta di torta nuziale, o le Figure Eight Pools, piscine naturali a forma di 8.

Travel tip: Se farai andata e ritorno in giornata occhio agli orari dei traghetti! Noi abbiamo rischiato di perdere l’ultimo e dormire in spiaggia xD

 

BLUE MOUNTAINS

Un pò più lontane da raggiungere con i mezzi, ma ancora fattibili, sono le Blue Mountains. Per raggiungerle ci vogliono 2 ore e mezza, prendendo il treno da Central station fino a Katoomba station e poi proseguendo con l’autobus 686 fino all’Echo Point.

L’Echo Point è la terrazza panoramica che ti accoglie con una veduta pazzesca sulla sconfinata distesa di montagne dai riflessi bluastri. Da qui si notano immediatamente le Three Sisters: tre picchi di roccia uno di fianco all’atro, che devono il loro nome a una leggenda aborigena.

Curiosità: la leggenda dietro al nome delle Three sisters ricorda un pò la nostra storia di Romeo e Giulietta. Racconta di tre sorelle (Meehni, Wimblah e Gunnedoo), della tribù Katoomba, che si erano innamorate di tre fratelli appartenenti alla tribù nemica dei Nepean. Non potendo stare insieme a causa degli screzi fra le due tribù, i fratelli rapiscono le tre sorelle e causano così una guerra. Per proteggere le tre ragazze durante la battaglia, uno stregone Katoomba le trasforma in pietra, ma muore poi prima di riuscire a riportarle alla forma umana.

Dalla terrazza panoramica si scende lungo la Giant Stairway e si imbocca uno dei tanti sentieri escursionistici che passano attraverso boschi di eucalipto, rocce di arenaria e bellissime cascate.

LA PEROUSE

A circa un’ora da Sydney, ci si arriva con l’autobus L94 da Museum station (Liverpool street), La Perouse è lo spot ideale per una giornata dedicata a snorkeling e immersioni. Qui il mare è solitamente calmo e permette di andare alla scoperta dei suoi magnifici fondali, tra coralli e pesci stranissimi come il Seaweed Dragon, che sembra un draghetto marino disegnato dalla Disney.

Per chi invece è più interessato alla storia, a La Perouse ci sono due luoghi storicamente importanti da visitare: Bare Island e La Perouse museum. Su Bare Island si trova un avamposto militare della seconda guerra mondiale, trasformato ora in un museo visitabile con tour guidati. La Perouse museum contiene invece reperti riguardanti lo sbarco su queste terre dell’esploratore francese La Perouse (secondo europeo a toccare suolo australiano dopo Thomas Cook).

Tra montagne blu, spiagge da sogno, surf e camping, i dintorni di Sydney offrono tantissime possibilità per gite fuori porta, non ti resta che esplorarle tutte! 🙂

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo!

grafica pinterest più belle gite fuori sydney
Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le più belle gite fuori Sydney, anche senza auto