skip to Main Content
Menù
SINGAPORE Low Cost: 5 Cose Da Fare Gratis

SINGAPORE low cost: 5 cose da fare gratis

Chi viaggia zaino in spalla per il Sud-Est Asiatico spesso evita di fermarsi a Singapore a causa della sua fama di città molto costosa.

Se pensi a Singapore infatti, pensi a grattacieli, centri commerciali di lusso e hotel incredibili, ma per visitarla non è necessario spendere tutti i risparmi messi da parte, ci sono molte attrazioni di cui puoi godere gratuitamente.

Eccoti 5 cose da fare a Singapore completamente gratis:

Visita i Botanic Gardens

Partiamo dal luogo che mi è piaciuto di più: i Botanic Gardens di Singapore. Sono sicuramente fra i giardini botanici più belli che abbia mai visto e visitarli è gratis!

Sono gli unici giardini botanici in Asia a rientrare nella lista di siti patrimonio dell’umanità Unesco, e i terzi in tutto il mondo dopo l’Orto Botanico di Padova e i Kew Royal Botanic Gardens in Inghilterra.

Racchiudono al loro interno un’enorme varietà di piante tropicali tra palme, bambù, piante medicinali e alberi centenari. Il parco offre anche dei giardini a tema come il Ginger Garden, con 250 varietà di zenzero, e il National Orchid Garden: un giardino di orchidee variopinte ognuna dedicata ad un personaggio famoso.

     

Travel tip: si può visitare il parco ogni giorno dalle 5 del mattino fino a mezzanotte e l’entrata è sempre gratuita ad eccezione del National Orchid Garden al quale si accede pagando 5 SGD. Il sabato è possibile partecipare ad un tour guidato gratuito.

Immergiti nei profumi del Quartiere indiano

Singapore inizialmente può ingannare con il suo aspetto da metropoli fredda e senza un’identità precisa, ma se ci si inoltra a scoprire i suoi quartieri tipici si scopre un’anima calda e vivace.

Questo accade ad esempio nel quartiere indiano, dove templi colorati e profumi speziati ti rapiscono dal primo istante.

Sulla via principale (Serangoon Rd) salta subito all’occhio lo Sri Veeramakaliamman, tempio induista costruito dai primi immigrati indiani a Singapore e dedicato alla dea Kali.

 

Bancarelle variopinte, gioiellerie pacchianissime e vestiti stile Bollywood sbucano da tutte le parti, insieme a venditori di collane fiorite e delizie culinarie da leccarsi i baffi.

Fotografa la street art di Kampong Glam

Il quartiere arabo è un piccolo gioiello, dove i colori pastello delle case si mescolano a quelli più accesi della street art di Haji Lane. Passeggiando per queste vie ti accorgerai dello strano mix tra oriente ed occidente, tra cibi tipici turchi, palme tropicali e murales europei.

Qui si trova la famosa Sultan Mosque, moschea più grande di Singapore visitabile gratuitamente nella parte non riservata ai fedeli (foto di copertina).

Ammira l’architettura futuristica di Marina Bay

Marina Bay è il luogo più conosciuto ed iconico di Singapore, un insieme di edifici futuristici tutti disposti attorno alla baia.

L’edificio simbolo di questa zona è sicuramente il Marina Bay Sands: l’hotel di lusso composto da tre costruzioni verticali sormontate da un giardino panoramico che ospita la famosissima infinity pool. Purtroppo gli accessi alla piscina e al punto panoramico sul rooftop sono a pagamento, ma niente paura perché sulla passerella che collega l’hotel ai Gardens by the bay c’è un viewing point gratuito.

Normalmente quando viaggio evito i centri commerciali come la peste ma in questo caso una visitina al The Shoppes, proprio di fianco al Marina Bay Sands, la raccomando. L’architettura di questo posto è davvero impressionante, per non parlare della cascata d’acqua che scende dal soffitto e del canale navigabile al suo interno.

Altrettanto particolare è il design dell’Esplanade: una grande struttura a forma di durian (il frutto puzzolente tipico di Malesia e Singapore), che ospita al suo interno una biblioteca, una sala concerti ed un teatro.

Altre costruzioni degne di nota sono l’Helix Bridge, un ponte con una struttura a doppia elica che ricorda la forma del DNA umano ed il Merlion, statua che raffigura un leone con la coda da sirena, simbolo della città.

Goditi lo spettacolo di luci dei Gardens by the Bay

Un altro luogo simbolo di Singapore sono i meravigliosi Gardens by the Bay, un giardino incredibile, dove natura si fonde con tecnologia ed architettura paesaggistica. Attrazione più conosciuta del parco è il Supertree Grove, formato da costruzioni altissime a forma di albero che ospitano al loro interno oltre 160.000 piante di specie diverse. Ogni sera dalle 19.45 alle 20.45 gli alberi artificiali si illuminano e cambiano colore seguendo il ritmo della musica: è la Garden Rhapsody.

Oltre al Supertree Grove, il parco ospita moltissime altre attrazioni tra cui due serre: la Flower Dome e la Cloud Forest Dome, la seconda delle quali riproduce il clima della foresta tropicale e contiene al suo interno una montagna alta ben 35 metri e una cascata artificiale.

I giardini sono visitabili gratuitamente a parte per l’entrata alle due serre (28 SGD) e la salita sulla passerella che passa attraverso i Supertrees (8 SGD).

Insomma, i Gardens by the Bay sono un capolavoro di ingegneria ambientale capace di trasportarti in un’altra dimensione.

Come puoi notare Singapore è sia un mix di culture sia un incontro tra vecchio e nuovo, tecnologia e tradizione, proprio per questo è una città così interessante e soprattutto adatta alle tasche di tutti.

Buon viaggio nella Lion City!

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo!

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top